Ok

By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. These ensure the smooth running of our services. Learn more.

05/04/2016

Tango a Istanbul (E. Aykol)

aykol, istanbul, kati, fofo, nil, libreria, giallo, tango, stambuliotaUn’altra avventura di Kati, la giovane libraia di Istanbul che per passatempo si dedica all’investigazione. Dopo aver ascoltato le dichiarazioni di una veggente, l’improvvisa malattia dell’amica della sua collaboratrice, la spinge a far luce sulla vicenda, che, per la libraia stambuliota, presenta non pochi interrogativi. L’azione si svolge nella città Turca e coinvolge, come sempre, amici e colleghi di Kati. L’autrice s’impersona nella protagonista e racconta in prima persona il romanzo, rivolgendosi direttamente al lettore. Il racconto è piuttosto “leggero” e sia il libro sia il giallo raccontato non hanno la presunzione di diventare best seller, benché sia piacevole, per chi ha avuto modo di conoscerli, percorrere i luoghi di Istanbul. Una tipica lettura da fare sotto l’ombrellone, con la possibilità di chiudere gli occhi e godere del gradevole tepore estivo.

27/07/2014

Divorzio alla turca (E.Aykol)

aykol, divorzio, turca, istanbul, giallo, kati, fofo, sani, libraia, investigatrice

Una libraia-investigatrice che assieme al suo collaboratore cerca di risolvere casi giudiziari nell’affascinante Istanbul. Kati, la protagonista, nella narrazione si rivolge direttamente al lettore e l’autrice dipana gli ambienti della città offrendo uno spaccato della società turca. Non è un best-seller da coinvolgere il lettore, ma la narrazione è semplice e scorrevole. Un piccolo errore nelle prime pagine del libro (dell’autrice o della traduttrice): “Fofo mi guardò ridacchiando.”, peccato che Kati e Fofo stiano conversando tramite telefono fisso e non si specifica che sia un videotelefono!

06/01/2014

Rosso Istanbul (F.Ozpetek)

rosso, istanbul, ozpetek, regista, scrittore, libro, mondadori, strade, blu

L’opera letteraria, ben riuscita, di un famoso regista e sceneggiatore. Si legge come guardare un film. I colori e gli odori, perduti ed attuali, di Istanbul, visti e vissuti con gli occhi di un indigeno e di una turista, nell’intreccio di forti passioni. Da leggere.